Lista di cose non fatte. List of things not done yet.

Mi sono nuovamente resa conto di quanto sia in arretrato con l’aspetto scolastico del blog.

Abbiamo completato la qualita’ dei numeri fino al dodici, ma ho pubblicato solo fino al sei.

Siamo gia’ alla terza settimana del secondo periodo delle lettere e ancora non ho pubblicato neanche una “lettera” fatta.

Ho aperto una cartella “registro” nella quale vorrei  “registrare”, appunto, il lavoro fatto. In origine, avrei voluto farlo giorno per giorno. Ad oggi sarei contenta se potessi farlo settimana per settimana. Forse riusciro’ a farlo mese per mese. Per ora e’ ancora tristemente vuota.

All’inizio dell’avventura homeschooling ho fatto un po’ di programmazione. Tenendola blanda e flessibile, ma mi sono resa conto di essere gia’ in ritardo di almeno due settimane. Di per se’ non credo sia un grosso problema, perche’ in quelle due settimane abbiamo comunque fatto cose interessanti e non certo inferiori al curriculum accademico da me stabilito. Ma al tempo stesso non vorrei che il ritmo diventasse troppo lasso, per poi far passare in cavalleria un sacco di cose.
Ad esempio continuo ad essere colpevole di fargli fare solo una lezione al giorno. Lunga, ma una. Dopo il riposo/lettura del dopo pranzo, ogni tanto facciamo un po’ di maglia, o abbiamo iniziato un progetto per visualizzare le lettere, ma alla fine fra piatti, bucato e quant’altro faccio finta di niente e loro si impegnano in mille altre cose. Tra ieri e oggi devono aver fatto almeno una ventina di disegni a testa. Tutti ragionati e con descrizioni elaborate in fase di compimento. Ape operosa J mi ha fatto vedere molti regni afflitti da “guerra e carestia”. Almeno ha imparato qualcosa dalla storia de “L’acqua della vita” dei Grimm, non pensi?

Mentre le apine operosa piu’ grandi sono andate insieme al papa’ a cercare di risolvere il continuo problema idrico, arrampicandosi su in montagna, io ho potuto trascorrere un’oretta di qualita’ con ape operosa N, o Hulk rosa. E invece di spazzare i pavimenti siamo andate a fare una passeggiata, l’ho spinta sull’altalena, abbiamo letto un libro e steso i panni insieme. Una meraviglia. Ho capito quanto poco tempo dedicato solo a lei abbiamo trascorso insieme. Un vero peccato. Spero di poter rimediare.

Ma una cosa finalmente l’ho fatta. Ho inserito la versione inglese del “La terra di Numeria”. Due mesi dopo…
https://busybees2017.wordpress.com/2017/03/21/terra-di-numeria

Un abbraccio e buona vita.

Lo so che non sono di stile molto Steineriano 🙂
Not very Waldorf’s style, I know 🙂

Once again I have noticed how much I am behind with the school aspect of the blog.

We have completed the quality of number up to 12, but I have published only up to 6.

We are busy with the third week of our second block of letters, and so far I haven’t published one single letter done now.

I have opened a file called “(school)register”, where I would like to register, specifically, everything we do. At the beginning it was my intension to do it day by day. As per today, I would love to do it week by week. Maybe I will manage to do it month by month… So far it is still sadly empty.

At the beginning of our homeschooling adventure, I tried to do some planning. Most of the bloggers write that planning is essential. I did it, keeping it loose and flexible, but I have nevertheless realized we are already 2 weeks behind. Which per se it is not such a big deal, especially considering that in those 2 weeks we still did a lot of interesting things, and not inferior to my planned academic curriculum. Still, I feel slightly uneasy with the fact that our rhythm might get slack, so that too many things will not be introduced/studied.
For example, I keep on going through only one lesson per day. Long, but one. After the rest/reading time after lunch, sometimes we do some knitting, or work at a visual project to reinforce the letters, but among cleaning up the kitchen, the washing and much more, I look the other way until they start one or another project. In between yesterday and today, they must have gone through at least 20 drawings each. All of them with a story and detailed description behind. Busy bee J showed me a few where the castle/kingdom was plagued by “war and famine”. At least I know he learned something from the story “The water of life” (Grimm) , don’t you think so?

While the 2 older busy bees went with their father up in to the mountains to try and fix, once again the constant water problem, I could have some quality time with busy bee N, or pink Hulk. Instead of cleaning the floors, we went for a walk, some time on the swing, we read a book, tons of cuddling and hanging the washing together. Wonderful. I understood how little time I dedicate to her, one on one. Such a great pity. Hopefully I will be able to change that.

But I did eventually do something. I have updated the English version of the “Land of Numeria”, two months later…
https://busybees2017.wordpress.com/2017/03/21/terra-di-numeria/

 

Un abbraccio e buona vita.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...