Ti conosco mascherina. I’ve got you.

IT/EN

Secondo il metodo Steineriano  durante ogni lezione si dovrebbe raccontare, ricapitolare, quello che era stato fatto il giorno precedente. Ovviamente in principio e’ piu’ compito della “maestra”, ma gradualmente il bambino dovrebbe dare sempre maggiori contributi.
Ti ricordi che una delle mie frustrazioni nella nostra scuola era che ape operosa J non volesse ricapitolare la lezione del giorno precedente?

Bene. Ho provato in mille modi. Con marionette, pupazzi, raccontando io la storia con sequenza errata, e non ottenevo molto piu’ che una paio di parole qui e li. Dal suo sguardo mi sembrava di capire che si ricordasse le varie storie, ma… Talvolta mi era anche venuto il dubbio che potesse avere difficolta’ a raccontare per via della lingua, in fondo l’italiano non e’ la lingua che usa di piu’.

Qualche giorno fa e’ venuta a farci visita la zia di ape operosa papa’, tannie H (o zia H in afrikaans). E J le ha subito mostrato i suoi quaderni, spiegando tutto quello che vi era disegnato e/o scritto. E alla domanda di che cosa rappresentasse quell’acquarello con 7 uccelli, ecco che e’ venuta fuori tutta, ma proprio tutta la storia de “I sette corvi” (Grimm).  Compresi dettagli un po’ forti. Io ero in cucina, e loro sulla veranda, ma sentivo come all’inizio facesse fatica. Sentivo quasi gli ingranaggi del suo cervello muoversi.

Considera. E’ una storia che ha sentito solo una volta in italiano, e la stava ripetendo dopo una decina di giorni in afrikaans. Tutta tutta. Ah! Una soddisfazione unica!

Per il resto, domani sara’ l’ultimo giorno del primo periodo di matematica. Oggi abbiamo introdotto il numero “12” e domani dobbiamo finire il disegno e concludere l’avventura di Giovanni. Ho detto a J che domani ci sara’ una sorpresa, e non sta piu’ nella pelle. Neanche io…. e infatti devo andare a finire di prepararla 🙂

20170420_113444.jpg

Oggi e’ stato il primo giorno in cui non sono stata oberata di lavoro casalingo, oltre che scolastico, quindi mi sono potuta sedere per un’oretta e mentre le mie apine facevano questo,

20170420_161937.jpg

io ho fatto questo.

20170420_223845.jpg

Il mio primo tentativo di lavorare all’uncinetto. Grazie tannie H per avermelo fatto vedere. Il risultato in se’  non e’ dei migliori, ma il “farlo”, il ritmo, mi e’ piaciuto molto.
Come nella pedagogia steineriana. In fondo non e’ cosi importante il risultato quanto il procedimento.

Un abbraccio e buona vita

 

One of the elements in a Waldorf inspired lesson is that the pupil should, as part of the daily school work, recapitulate the previous day lesson. At the beginning, there are obviously a lot of inputs from the teacher, but gradually the pupil should get more independent and capable of recalling more and more of what had been said and done.
Do you remember that one of the biggest frustrations I had/have is that busy bee J didn’t/doesn’t want to recapitulate the lesson?

Well. I did try to stimulate the retelling in various ways. Hand puppets, dolls, telling the story in a wrong sequence, but I would not get out of him more than a few words. From his eyes, I thought he did remember the story, but I couldn’t be 100% certain. Sometimes I also thought that he might have had troubles retelling the story in Italian, considering that it is his second language, to my big disappointment.

Few days ago, busy bee dad’s aunt (Tannie H) came to visit us. Immediately, J went to fetch his school main lesson books and showed them to her, explaining everything that was in there. And when she asked him what that watercolour paint represented, then  “The 7 ravens” (Grimm) came out easily. Even some grim details. I was working in the kitchen, and they were sitting on the veranda. At first I could hear how difficult it was for him, it was almost as I could hear the mechanism inside his brain moving, but then it went much more smother.   

You should understand that it is a story he heard only once, about 10 days ago, and he was retelling it in Afrikaans. All of it. Such a great satisfaction!

About the rest of our days…. Tomorrow it will be the last day of the first mathematics block. Today we have introduced the number “12” and tomorrow we only have to finish the drawing and the telling of Giovanni’s adventure. I have told him there will be a surprise. He is very excited, and me too, I better go and finish preparing it 🙂

For the first time in long while, today I was not overwhelmed by house or school work.
Therefor, while my busy bees with Tannie H did this (see picture of the Lego castle)

I did this: my first attempt at crochet (see picture above, dankie Tannie for teaching me). The result is not impressive, but I did like the method a lot, the rhythm of it. Like in Steiner’s pedagogy: it is not the end result that counts, but the process.

Un abbraccio e buona vita

 

20170420_174139.jpg

20170420_185208.jpg

Annunci

3 pensieri su “Ti conosco mascherina. I’ve got you.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...