Una giornata proficua

 

IT/EN

Oggi niente scuola nel senso stretto del termine. Siamo andati a Uniondale, cittadina a circa 40 minuti da casa, dove si trovano gli uffici del municipio di riferimento, due banche e due negozi, tipo minimarket. E siamo andati per una vendita all’asta.

Ora, a questo tipo di vendite non avevo mai partecipato prima di venire in Sud Africa.  Ci sono ditte specializzate nell’organizzazione di aste, di tutti i tipi e dimensioni. Non sto parlando di Christie’s, ovviamente. Ne di vendite all’incanto. Ma di luoghi dove le persone vendono i proprio beni per scelta al migliore offerente. Be’, anche qui qualche volta e’ la banca a voler vendere i beni di qualcuno che non ha piu’ ripagato il prestito, ma non mi riferisco a quei casi. Fino ad ora ho partecipato soprattutto a vendite legate ad aziende agricole. Non tanto la vendita del terreno stesso, quanto di tutti i macchinari, attrezzi, bulloni e chiodi, finche i piu’ piccoli pezzettini di ferro. Perche’ in una fattoria ti devi arrangiare, anche se talvolta hai proprio bisogno di quella rondella specifica, e se non ce l’hai devi farti 40 minuti di macchina.

Oggi invece si trattava di una vendita del contenuto di una casa. I padroni, ormai in pensione, hanno deciso di partire con il loro camper in giro per il Sud Africa, e cosi hanno venduto la casa e parte di quello che c’era dentro al migliore offerente. Ape operosa papa’, e’ riuscito a comprare un po di attrezzi, ed era felicissimo dell’affarino fatto con l’acquisto di 10 pezzi di ferro lunghi almeno  6 metri. Solo il racconto del trasporto di questi barre varrebbe un altro post. Be, contento lui… Io invece sono riuscita a fare un affarino nell’affarino. Ho smesso di fare offerte contro un ragazzo interessato nelle mie stesse cose, e mi sono messa d’accordo con lui. Cioe’ lui ha comprato una partita di vecchie cornici, direi un’ottantina per la cifra esorbitante di 22 euro, e io ne ho comprato 8 da lui per circa 3 euro. Lo stesso con i cestini, ci siamo divisi una ventina di cestini a 5 euro a testa. E poi una quantita’ immane di teglie e tortiere per 15 euro. Tutte per me.

20170215_223327.jpg

 

Nella foto si puo’ vedere una montagnetta di libri. Per farla breve, avevo acquistato per caso due libri su un gruppo facebook, da una signora che avevo conosciuto 4 anni fa. Questi sono tutti i libri che mi ha mandato. In regalo. Grazie Hannelie!

Le apine operose erano con noi, come al solito. E sono state proprio brave in quella bolgia di gente e al caldo soffocante di oggi. Erano comunque contenti, perche’ dopo li abbiamo portati a far visita a degli amichetti. I primi, la cui mamma ha appena aperto un negozio che e’ un po ristorante/caffetteria e negozio di regali e abbigliamento  https://www.facebook.com/dandelion.uniondale/                                                                               I secondi, figli di una ragazza tedesca che abbiamo conosciuto qualche settimana fa.

Al rientro a casa, avevano gran bisogno di correre e saltare. Peccato che non mi hanno ascoltato e invece di farlo fuori, hanno continuato a farlo dentro casa, finche’ si e’ sentito un brutto “tum”, silenzio, silenzio, silenzio e poi “uaaaaaah!!!!”. Con questi risultati.

20170215_192705.jpg

Ripulita, rammendata, sfamata e a letto. Povera stella.

Un abbraccio e buona vita

 

A fruitful day

Today we did not do usual school. We went to Uniondale, little town 40 minutes away, where we go for our municipality linked business, or where one can find banks and 2 small supermarkets. We went there for an auction.

Before coming to South Africa, I had never been to an auction. Here there are many auction businesses, for big and small sales. I am obviously not talking about Christie’s, nor about forced sales due to bankruptcy. But places where people can sell his own belonging to the best bidder.  We usual go to farm auctions, not necessarily to the sale of the land itself, but mainly the machinery, tools, bolts and nuts, even the smallest piece of iron. Of course, you know in a farm you have to solve your own problems on the spot, and sometimes one needs exactly that specific bolt, and if you do not have it you have to drive 40 minutes to the closest shop.

Today, it was an auction of the content of a house. The owners, retired, have decided to travel through South Africa in their camper. Therefor they sold their house and part of its contents for the best offer. Busy bee dad bought quite a few tools. He is very satisfied with the bargain he made with 10 long cylindrical bars of iron, long at least 6 meters (I could write another post just telling the tale of its transport). Myself on the other hand, I managed to make a double bargain. I stopped bidding against a guy interested in the same things as me and we found an agreement. He bought a bundle of more or less 80 picture frames for R300, and I bought from the 8 I wanted for R50. The same story for the baskets, we shared the 20 baskets we bought for a total of R150. And finally an incredible amount of baking trays for the impossible amount of R200. All for me this time.

In the picture you also saw a huge amount of books. To make a long story short, by chance I bought 2 books on a facebook forum from a lady I met 4 years ago and she send the whole lot, for free. Thanks Hannelie!

The little busy bees were with us all the time, as usual. They were extremely good, considering the time we spent among lots of people during a very hot day. They were very happy we took them to play a little with friends. First we went to visit a friend, and her 2 children, who just opened a coffee and gift shop.  https://www.facebook.com/dandelion.uniondale/                                                                       Then we quickly went to visit a German girl, and her 2 children, whom we met for the first time a few weeks ago.

Once back home, they need to run and jump. A pity they did not listen and instead of going outside they kept on doing it inside the house. Until we heard a load “tud”, silence, silence, silence, and then “uaaaaahhh”. You saw the results in busy bee C’s picture.

Cleaned, stitched, fed and in bed, poor little thing.

Un abbraccio e buona vita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...