Ciao papa’

Papa’ era una persona difficile.

E’ stato un figlio difficile, un fratello difficile, un collega difficile, un marito difficile e un padre difficile. Forse e’ stato un nonno-nonno.

Ma  non posso dimenticare la sua storia. Estremamente difficile. Orfano di padre a 12 anni, ha subito iniziato a lavorare a fare carbone e poi nelle miniere di caolino. Carabiniere ventenne in Sicilia, ad avere paura ai tempi del bandito Giuliano. In giro per l’Italia, cercando di fare il meglio nel suo lavoro e dare fastidio ai colleghi. Ha lavorato molto.

papa

Ha anche detto tante cose, con molte  delle quali non ero d’accordo, altre che sono ricordi di infanzia (“e l’orsacchiotto si muoveva fra arbusti e cespugli…”), e una in particolare che mi ha colpito e mi accompagna in questa mia avventura di genitore.

 
“Si puo’ andare all’universita’ per imparare tante cose, peccato che non ci sia un corso per diventare genitore. Quello non te lo insegna nessuno.”

 

 
Anche grazie a queste parole, mi sento di dire con certezza che ci ha voluto  bene, a tutti e tre. E anche a mamma.

Riposa in pace. A oggi sono tre anni.

Un abbraccio e buona vita per tutti noi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...