Anche oggi e’ andata. E avrei cosi tante cose dire che….

Mannaggia, riesco ad essere prolissa anche nel titolo di un post. Sembra quasi il titolo di un film della Wertmuller. Ho talmente tante cose da dire, ma il tempo per scriverle non e’ qui di casa. Ho talmente tante idee in testa, e esperienze da condividere, che ormai nella mia testa ci sono qualche centinaia di post, archiviati, in attesa di vedere la luce del e nel ciberspazio. Pazienza.

Oggi secondo giorno di scuola. E di nuovo con tutte e tre le api operose abbiamo iniziato la giornata con il Circle Time, e la mia buona stella mi ha protetto anche stavolta. Hanno partecipato con entusiasmo e dedizione tutti e tre, anche ape operosa C (sorrideva addirittura!), mentre l’apina N, dopo un pochino si e’ stancata e si e’ coricata a guardarci da sotto le coperte. (In realta’ stava recuperando le forze per smantellare meta’ casa piu’ tardi, nel corso della mattinata). C non sopporta di non poter partecipare alla lezione di ape operosa J. Loro che fanno tutto insieme da quando lei e’ nata. Allora oggi ho incluso tutti durante la prima mezz’ora di lezione, raccontando la storia dei pastelli a cera, che mi e’ servita per dare a J la sua scatoletta nuova di pastelli a cera e a C i tre colori di base dei mattoncini a cera. Sto cercando di trasmettergli rispetto per le cose che possiedono, spiegando il lavoro che c’e’ dietro e la strada che le cose devono fare per poter arrivare nelle nostre mani. Secondo me e’ fondamentale imparare a rispettare e apprezzare il lavoro proprio e altrui. Quando si capisce la fatica e il lavoro che c’e’ dietro ad ogni cosa, magari perche’ si conosce in prima persona che cosa essi significhino, il rispetto sorge naturalmente.

20170124_105149

La giornata e’ proseguita con la lezione di nuoto. Siamo usciti alle 12.00 e rientrati a casa alle 18.00. Ogni volta che usciamo dalla fattoria e’ un’impresa, sempre centinaia di cose da fare. Solo per arrivare in piscina ci vogliono un’ora all’andata e un’ora al ritorno.

Per oggi mi devo fermare qui, senza poter raccontare altro. Tempo scaduto.

E sai perche’, ape operosa sorella? Allora, mesi e mesi fa, ape operosa marito A ha finalmente deciso di costruirmi dei ripiani in cucinino, che tali sono rimasti per mesi, appunto. Color pino, insomma legno non trattato. E secondo te, quando ha deciso di dargli una mano di tinta? Ma ovviamente sabato, a meno di 48 ore dal primo giorno di scuola. Con tutti i contenuti dei pensili sparsi per tutta la casaaaaa.

A, non mi sto lamentando per niente, sto solo esponendo un accadimento, senza esprimere un giudizio o nessun tipo di sentimento negativo (%###@!!!^###%!). Visto che la tinta e’ finalmente asciutta, oggi poco blog e molto cucinino!

Un abbraccio e buona vita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...